Nella notte tra il 18 e il 19 settembre, all’ospedale San Luigi di Orbassano, si è spenta a 61 anni, Edda Basso, ex sindaco di Piscina.

La sua è stata una carriera amministrativa di tutto rispetto: venticinque anni in consiglio comunale, di cui dieci da prima cittadina (dal 2004 al 2014), senza contare la presidenza del Consorzio intercomunale dei servizi sociali (CISS) dal 2009 al 2014. Lo scorso maggio, dopo un quinquennio da vice di Enrico Ceresole, si era candidata nuovamente – nonostante un tumore incipiente – come sindaco, ma il risultato delle urne l’aveva relegata in minoranza.

Edda Basso al centro, con la lista da lei guidata alle ultime elezioni comunali

Laura Zoggia, collega sindaco e amica, la ricorda «innamorata del suo comune: entrava al mattino alle otto e usciva che ormai era sera. Era una persona molto franca e diretta, se qualcosa non le piaceva, non te lo mandava a dire e forse anche per questo era molto amata dai suoi cittadini». E non si faceva fermare da nulla per aiutare chi era nel bisogno: «Nell’alluvione del 2000 – racconta sempre la Zoggia – la domenica pomeriggio a Porte la statale era chiusa, lei si è imposta con la Protezione Civile ed è arrivata a piedi in comune da me per offrirmi il suo supporto a ospitare delle famiglie che dovevano essere evacuate. Questa era Edda!»

Venerdì 20 settembre alle 20:30 è in programma la preghiera del Rosario nella Chiesa parrocchiale di San Grato a Piscina, dove l’indomani sarà celebrato il funerale alle 10.