Per il Cantiere Senza Sensi – associazione che da anni fa interagire sul palcoscenico persone con e senza disabilità – è un periodo di sfide. O di sogni. A volte è la stessa cosa.

Se l’11 ottobre, nella prima serata dello “Sghembo Festival” – festival delle arti per l’inclusione -, è andato in scena il nuovo spettacolo “Al di là della Siepe”, i mesi a venire vedranno il “Cantiere” curare la stagione teatrale di Villar Perosa (alla “Finestra sulle valli”).

Il teatro “Una finestra sulle valli”

Barbara Pibiri, responsabile artistica, mette un po’ d’ordine nelle iniziative dell’associazione: «Sono due progetti separati, anche se entrambi portano il nostro “marchio”. Lo spettacolo dello Sghembo festival, per la prima volta, ci ha visti esibire con la colonna sonora suonata dal vivo grazie alla “Giovane Orchestra d’Archi” di Cumiana del Maestro Guido Neri». L’allestimento di “Al di là della Siepe” «è nato da un laboratorio teatrale aperto a tutta la cittadinanza, con o senza esperienza, ed è partito – in occasione dei duecento anni de “L’infinito” di Leopardi –, immaginando di andare a vedere oltre quella “siepe”, superando le barriere che ognuno di noi ha davanti nella società e raggiungere una realtà in cui a regnare sia invece la solidarietà».

Barbara Pibiri

Sede del laboratorio è stata la “Finestra sulle valli” ed evidentemente l’amministrazione villarese fin dall’inizio è rimasta colpita dall’esperienza: «Con nostra sorpresa a fine agosto il comune di Villar ci ha proposto di occuparci della programmazione teatrale della struttura. Dopo qualche riflessione, abbiamo accettato di lanciarci in quest’impresa per noi del tutto nuova. E abbiamo voluto farlo connotando la gestione col nostro marchio, “la promozione sociale”».

Antonio Sarasso

“Un teatro, una comunità”, il titolo dato al progetto, prevede un cartellone articolato per «contrastare la povertà culturale e sociale in cui, anche per via della crisi lavorativa dell’impoverimento economico, sono precipitate in gran parte le valli. Per favorire la massima partecipazione agli spettacoli abbiamo scelto di abbassare il costo dei biglietti e degli abbonamenti». Fondamentale per l’allestimento del programma «il ruolo del Direttore artistico Antonio Sarasso, che aveva praticamente già tutto il cartellone pronto fin dall’inizio». Sei gli spettacoli che nei prossimi mesi animeranno il teatro villarese da “Miseria e nobiltà” di Eduardo De Filippo (al debutto del 16 novembre) a commedie dialettali e musical; in questi giorni si è aperta la campagna abbonamenti (carnet completo a 45 euro).

Eduardo De Filippo, autore di “Miseria e nobiltà”

Prevendita e prenotazioni: L’Oasi Gelateria (Via Nazionale 43) a Villar Perosa. Info 393.954.90.73 – 0121.514.282.

G.R.