A caval donato non si guarda in bocca. Così pochi o tanti sono benvenuti i contributi che in base alla legge regionale 18/84 la Regione Piemonte mette a disposizione delle amministrazioni comunali per opere pubbliche di vario tipo. Nelle valli a beneficiarne quest’anno saranno in tanti: Massello, Perosa Argentina, Perrero, Prali, Salza, Sestriere e Villar Perosa.

Una bella notizia in un periodo non facile.

Laura Richaud, sindaco di Perrero

Val Germanasca

A Perrero che nei giorni scorsi ha toccato un picco di 17 positivi al coronavirus – di varie età compreso un bambino -, dove i 20mila euro della Regione (più altrettanti di fondi comunali) serviranno per dei rappezzi stradali. Lo spiega il sindaco Laura Richaud: «Avevamo già presentato il progetto nel 2020 senza successo, per fortuna quest’anno è stata ripresa la graduatoria e siamo stati ammessi al contributo: abbiamo tante strade su cui dopo l’inverno e lo spargimento di sale e sabbia dobbiamo intervenire». Stesso importo e, probabilmente, stessa destinazione anche a Prali. «Sono anni che stiamo intervenendo sulle strade, in particolare per la messa in sicurezza», racconta il primo cittadino Andrea Domard che non si scompone troppo per questo contributo dopo la notizia del 23 febbraio di un ben più corposo finanziamento – 950mila euro – assegnato dal Ministero dell’Interno a Prali per opere di messa in sicurezza del territorio («interverremo su un rio realizzando una scogliera e sistemando l’alveo»). Un’iniezione di ottimismo in un’annata dove la mancata apertura degli impianti sciistici non ha certo rallegrato i pralini.

Il sindaco di Prali, Andrea Domard

Villar Perosa

Anche nei comuni più grandi il cofinanziamento regionale andrà per le strade. Se a Perosa servirà per qualche asfaltatura, con i 39.650 euro ricevuti, Villar metterà in sicurezza alcuni tratti stradali – borgata Caserme, Borgata Prietti e in Via Cristoforo Colombo – tra cui anche l’attraversamento pedonale sulla via principale in prossimità della rotatoria “del cuscinetto” all’ingresso del paese. «Adesso è fatta con blocchetti di porfido che si staccano spesso per cui verrà asfaltata», sottolinea il sindaco Marco Ventre. Che aggiunge: «La strada in quel tratto verrà anche leggermente allargata in modo da evitare che le auto taglino la curva invadendo l’altra corsia di marcia».

Marco Ventre, sindaco di Villar Perosa

Sul Colle di Sestriere

Salendo a Sestriere sale anche il contributo regionale (80mila euro su un totale di 140mila), che sarà impiegato per approntare una passerella nella zona antistante il Cinema Fraiteve. «Si tratta di una parte di un progetto più ambizioso – racconta il sindaco Gianni Poncet -: la passerella porterà in una zona panoramica a 360° dove vogliamo creare un punto di aggregazione pensato per le famiglie. Verranno installati diversi binocoli puntati sulle varie vette (dalla Rognosa alle montagne francesi) e, oltre a delle panchine, sarà realizzata una pavimentazione a scacchiera dove potranno giocare i bambini e chissà che non capiti, come a Marostica, di organizzare una partita a scacchi con personaggi viventi». Un piccolo gioiello accogliente, quello sognato dall’amministrazione di Sestriere, in centro paese e servito da un comodo parcheggio realizzato da poco sopra il garage della ditta Garofalo.

Gianni Poncet, sindaco di Sestriere