Oltre a richiedere di estendere l’area di crisi complessa al pinerolese, il consiglio dell’Unione si è trovato la sera del Giovedì Santo (18 aprile) per approvare il bilancio di previsione. Nonostante l’assenza di polemiche – anzi i conti spiegati dall’assessore al bilancio, Riccardo Leger, inducono all’ottimismo -, l’approvazione è stata un po’ travagliata. Lo statuto dell’Unione prevede infatti per il bilancio, non solo il voto favorevole della semplice maggioranza, ma anche quello di almeno due dei comuni con più di tremila abitanti. Presente Villar, assente il sindaco di Pinasca e in ritardo quello di Perosa, la seduta è andata avanti – trattando gli argomenti per cui non era necessario il voto qualificato – fino all’arrivo di Andrea Garavello che ha permesso di sbloccare l’impasse.

L’assessore al Bilancio, Riccardo Leger e la presidente dell’Unione, Laura Zoggia

In conclusione di seduta la presidente dell’Unione, Laura Zoggia, a nome dell’ente, ha voluto ringraziare le forze dell’ordine (in particolare i carabinieri) per l’operazione con cui sono stati arrestati gli autori di numerosi furti nelle case (la cosiddetta “banda del succhiello”): «è motivo di orgoglio che siano stati proprio i “nostri” carabinieri a sgominare questa banda di malviventi».