Sondre Moen, ex primatista europeo di maratona e attuale detentore del record continentale dell’ora in pista, è tornato ad allenarsi in quota a Sestriere. Dove ormai è un habitué: dal 2017 prepara qui le sue corse con lunghi periodi di allenamento, alternando sedute sulla nuova pista di atletica ad altre lungo i sentieri sulle montagne olimpiche della Via Lattea.

Sondre Moen sulla nuova pista di atletica di Sestriere

«Nel 2016 ho conosciuto Renato Canovaracconta l’atleta norvegese mentre cammina sulla pista di atletica di Sestriere insieme al sindaco Gianni Poncet e a Gianfranco Martin – che mi ha parlato per la prima volta di Sestriere. Abbiamo trovato subito un buon feeling ed è diventato il mio allenatore. Nel 2017 mi convocò la prima volta a Sestriere per un periodo di training in altura. Da allora vengo sempre in questo bellissimo luogo per svolgere importanti periodi di allenamento. Sono felice di avere a disposizione la nuova pista di atletica: devo dire che il fondo ha raggiunto una consistenza ed elasticità davvero ottimali. Durante il mio periodo di training alterno uscite in pista e su strade e sentieri del territorio. Un giorno la settimana svolgo un lavoro specifico in palestra. Ringrazio Gianfranco Martin per la sua grande professionalità nell’accogliermi tutte le volte che vengo qui e faccio i miei complimenti al Sindaco di Sestriere per aver rimesso a nuovo la pista di atletica».

Martin, Moen, e il sindaco Gianni Poncet

Moen alloggia all’Hotel Lago Losetta e si allena sulle strutture gestite dal Sestriere Sport Center e con il gestore Gianfranco Martin – ex atleta argento Olimpico nella Combinata di Sci Alpino ad Albertville 1992 – è diventato amico. Moen resterà al Colle sino al 2 giugno, poi disputerà una gara in Norvegia, a Oslo, per poi fare ritorno a Sestriere dal 6 giugno al 25 luglio, pochi giorni prima di raggiungere Tokio per i Giochi Olimpici.

Gianni Poncet, sindaco di Sestriere

«La nuova pista di atletica – spiega il sindaco di Sestriere Gianni Poncet – rende ancor più invitante allenarsi a Sestriere. Questo a tutti i livelli e per tutti gli sport: dai grandi campioni come Moen agli sportivi che sono alla ricerca delle miglior condizione sfruttando i benefici del lavoro in alta quota, tanto sulla pista quanto nei nostri impianti e sentieri. Ci aspettiamo che altri atleti, di varie nazionalità, puntino su Sestriere per prepararsi al meglio alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Voglio ringraziare l’amico Renato Canova che, tra i primi, ha creduto nelle potenzialità di Sestriere e che negli anni ha sempre portato grandi big e squadre nazionali di atletica in allenamento al Colle».