Sono oltre 460 i motociclisti iscritti alla 13° Hat Sanremo-Sestriere in programma dal 3 al 5 settembre. Al via dalla Riviera Ligure i partecipanti, in rappresentanza di 15 nazioni, risaliranno dal livello del mare sino a raggiungere il 2035 metri d’altitudine di Sestriere, il comune più alto d’Italia. Una prova che non prevede classifiche bensì un fantastico itinerario tra Liguria e Piemonte dedicato al turismo-avventura in sella a moto per godersi al massimo la magia dei paesaggi attraversati.

Tre i percorsi che caratterizzano l’evento a disposizione dei partecipanti che si differenziano per lunghezza e difficoltà.

EXTREME – un vero viaggio “maratona” di 40-42 ore per team di tre piloti che si snoda su un percorso di circa 850 km con numero chiuso a 150 piloti e che registra sempre il tutto esaurito in pochi mesi. Un tracciato molto sfidante e impegnativo soprattutto per la sua lunghezza, adatto a veri esperti di adventouring. La partenza suggestiva viene data alla mezzanotte di venerdì sotto le luci del palco nell’HAT Village a Sanremo. Dopo due notti non-stop, arrivo a Sestriere domenica primo pomeriggio.

CLASSIC – un percorso di 24 ore in sella, per team di tre piloti con una parte di guida in notturna, su un percorso di circa 500 km. Affrontare la Classic significa vivere la Hardalpitour com’è stata pensata originariamente, assicurando tutte le emozioni di questa esperienza indimenticabile.

DISCOVERY – il percorso meno impegnativo della HAT anche per piloti singoli, di circa 460 km con una sosta suggerita a metà percorso nella zona di Boves. Questo percorso è studiato per chi vuole partecipare alla manifestazione evitando la guida notturna, ma vivendone comunque l’esperienza. L’arrivo dei primi partecipanti al Colle del Sestriere è previsto a partire dalla mattinata di domenica e proseguirà scaglionato per l’intera giornata.