La 39° Cesana-Sestriere – Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli, cronoscalata organizzata dall’Automobile Club Torino, valida per i campionati Europeo e Italiano Velocità in Salita Autostoriche, è stata vinta da Filippo Caliceti su Osella PA 9/90. Il pilota bolognese ha fatto segnare il miglior tempo assoluto, 4’53”26, lungo i 10,4 km del percorso che da Cesana sale ai 2.035 metri d’altitudine del Colle del Sestriere. Completano il podio Mario Massaglia su Osella PA 9/90 (5’02”09) e Giuliano Peroni su Osella PA 8/9 (5’05”17). Da segnalare la presenza della Osella PA 9/90 che fu di Uberto Bonucci, condotta da Piero Lottini, che ha concluso con un tempo di 5’10”02, un bel ricordo per il pilota, scomparso meno di un anno fa, vincitore di 4 edizioni della Cesana-Sestriere.

Quasi 250 le vetture al via: 150 nella gara di velocità e 100 nella Cesana-Sestriere Experience, concorso dinamico di eleganza che ha visto prevalere come Best of Show nella giornata di sabato, una rara e bellissima Abarth 1300 OT Periscopio. Tra le vetture della Experience anche la Lancia Aurelia B20 GT, appartenente alla collezione dell’ente Heritage di Stellantis, lo stesso modello che vinse il Rally del Sestriere del 1951.

Gran finale con la cerimonia di premiazione Piazza Agnelli che si è aperta con la Fanfara della Brigata Alpina Taurinense, tornata ad esibirsi a Sestriere, che ha eseguito l’Inno d’Italia accompagnato dagli applausi del pubblico. Soddisfatto il sindaco di Sestriere, Gianni Poncet – presente alle premiazioni insieme al suo vice Francesco Rustichelli e al consigliere Manuela Tedeschi Ruspa – sia per la gara automobilistica, sia per l’esibizione della Taurinense.

La Fanfara della Brigata Alpina Taurinense a Sestriere