La Scuola “Piero Jahier”, con il progetto “Un tempo una storia – canzoni e racconti delle nostre valli”, ha vinto il premio “Uno terro, uno lengo, un pople 2018”, concorso bandito ogni anno dal “Centre Prouvençal di Coumboscuro” per elaborati di prosa, poesia e musica in lingua minoritaria.

Fondamentali per il progetto, svolto in forma di laboratorio, il finanziamento ricevuto dai fondi della Legge 482/99 (nell’ambito dello Sportello Linguistico delle lingue minoritarie) e la collaborazione tra l’Unione Montana dei Comuni delle Valli Chisone e Germanasca, l’Unione Montana del Pinerolese e le associazioni culturali “La Valaddo” e “Vivere le Alpi”.

Giovanni Battaglino, Andrea Ughetto e Guido Calliero, insieme alla maestra Ines Rostan, hanno accompagnato i bambini di San Germano in un viaggio attraverso i canti tradizionali in francese e patouà.

La scuola “Piero Jahier”

Gli stessi canti sono stati illustrati dai bambini, strofa per strofa, con disegni, poi proiettati durante il concerto finale tenuto in occasione della Semaine du Français et du Patois 2018. Siccome alcuni dei canti avevano carattere storico e militare, all’attività didattica ha preso parte anche un ufficiale di cavalleria in pensione – ora guida turistica del Museo della Cavalleria di Pinerolo – che ha spiegato ai ragazzi qual era lo svolgimento delle antiche battaglie ed in particolare la situazione storica delle valli nel periodo al tempo delle canzoni.

La premiazione avverrà sabato 24 novembre nell’ambito della “Festo de nosto lengo” che si svolgerà a Sancto Lucio de Coumboscuro.