L’Ecomuseo Regionale delle Miniere e della Val Germanasca ha avviato la procedura per la ricerca del nuovo conduttore a cui affidare la gestione de “Il Ristoro del Minatore” a Prali.

 

Nonostante la grande incertezza sullevoluzione della pandemia, la Fondazione La Tuno, che gestisce l’Ecomuseo Regionale delle Miniere e della Val Germanasca, in questi giorni sta riprendendo lattività per organizzare la nuova stagione 2022.

 

Un gestore per “Il Ristoro del Minatore”

Tra laltro si è avviata la procedura per la ricerca del nuovo conduttore a cui affidare la gestione de “Il Ristoro del Minatore” a Prali. La Fondazione intende infatti ripristinare completamente per la nuova stagione, dopo linterruzione avvenuta a metà 2021, il servizio di barristorante a sostegno delle attività dellEcomuseo e ricerca quindi una figura per ricoprire tale ruolo, in tempo per la riapertura al pubblico che si spera di poter confermare a metà marzo.

 

Un bacino di 15mila visitatori l’anno

«Lintenzione – fanno sapere dall’Ecomuseo – è di affidare il compito ad un soggetto capace, dinamico e propositivo. Cche possa sfruttare le potenzialità offerte alla struttura dallEcomuseo (il bacino di utenti delle visite a ScopriMiniera e ScopriAlpi si attesta, in condizioni di normalità, su 15mila visitatori/anno).

 

Per saperne di più

Gli interessati potranno ricevere tutte le informazioni relative al bando di gestione (che prevede per le offerte la scadenza del 31/01/2022) scrivendo a info@ecomuseominiere.it o consultando le news dei canali social dell’Ecomuseo e del sito web www.ecomuseominiere.it