Il vice Sindaco di Pragelato, Mauro Maurino, il gestore del Centro Olimpico del Fondo Sergio Gola e tre funzionari dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea si sono recati in questi giorni in una visita importante ed istruttiva presso alcuni impianti di biathlon del nord-est con l’obiettivo di capire la loro concreta sostenibilità economica e il relativo funzionamento.

Mauro Maurino, vicesindaco di Pragelato

Primo impianto visitato il Carnia Arena International Biathlon di Forni Avoltri, che ospita il Centro Federale del biathlon, futura sede delle Olimpiadi giovani di sci nordico. «Si è soprattutto condivisa – spiega Maurino – la possibilità di favorire reciproche collaborazioni e sinergie per le discipline nordiche, sia per quanto riguarda le infrastrutture e sia per la realizzazione di eventi».

Grande interesse ha suscitato nella delegazione anche per il Centro di Anterselva, uno dei tre siti più suggestivi al mondo del biathlon. Qui annualmente si svolge una tappa della Coppa del Mondo, sede dei Mondiali 2020 e futuro sito delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Altri spunti interessanti anche dal Centro Fondo Nordic Arena di Dobbiaco.

«Il target e il profilo di Forni Avoltri – ha sottolineato Maurino – è più simile a quello di Pragelato. Del resto, l’obiettivo della visita era quello di acquisire e approfondire la loro esperienza per uno sviluppo sostenibile anche nella nostra località, nell’ambito della riqualificazione del sito Olimpico del Salto».