Arrivano a Pragelato in una mostra – che si aprirà il 31 luglio e durerà sino al 29 agosto presso la Galleria d’Arte Tinber di via Albergian – diverse opere di Michele Baretta.

Autoritratto giovanile di Michele Baretta

Una mostra importante e significativa che permetterà ai visitatori di gustare l’arte di un protagonista dell’arte del ‘900. Figura di grande rilievo e molto significativa nel panorama culturale del ‘900 piemontese, Baretta fu un artista eclettico, elegante, sensibile, un raffinato disegnatore dotato di una solida padronanza del mestiere, che ha saputo esprimere con un raro vigore qualitativo e sempre ad un livello di assoluta grandezza, tematiche sia sacre che profane sgorgate da una sensibilità pittorica autentica. A testimonianza del suo valore artistico, Baretta riuscì a mantenersi dedicandosi solo alla pittura. Pinerolese di nascita ha sempre mantenuto un forte radicamento con il suo territorio e le sue opere, conosciute il tutto il mondo, riflettono anche e soprattutto la cifra della sua terra d’origine.

Una tarda opera di Baretta

Pragelato, con la mostra dedicata al suo alto magistero, vuole offrire ai residenti e ai molti turisti che quest’anno arriveranno nell’alta val Chisone, una opportunità per conoscere ancora meglio le opere di un autore che è entrato a tutti gli effetti nella storia del pinerolese e dell’intero paese a livello artistico.