“Oggi sono stato giù alla Caritas a consegnare le… Mai avrei immaginato una situazione del genere. I volontari mi aspettavano perché una parte era già destinata ad una mensa dei poveri gestita da suore. Qui non riusciamo a renderci conto. Tante famiglie, con un solo mese senza entrate, non riescono nemmeno a comperare gli alimenti di prima necessità. Conosco di persona i volontari che gestiscono il magazzino. Tutto ciò che viene donato è sicuramente ben gestito e distribuito“. Queste parole – riportate sul profilo Facebook del vicesindaco di Pragelato, Mauro Maurino – sono la testimonianza del coltivatore pragelatese portato nei giorni scorsi ad esempio dall’amministrazione comunale per la sua decisione di donare alla Caritas di Pinerolo un ingente quantità dei prodotti del suo lavoro.

Mauro Maurino, vicesindaco di Pragelato

Fedele al detto “Il bene si fa, ma non si dice“, il generoso pragelatese ha voluto mantenere l’anonimato. «Nel post – spiega Maurino – non ho scritto neppure il tipo di ortaggi donati per evitare che si potesse capire di chi si tratta». Il vicesindaco, additandolo ad esempio, vorrebbe invitare anche altri a fare qualcosa per chi è nel bisogno: «Chi gestisce delle attività in alta valle, quando le disposizioni anticontagio hanno imposto loro la chiusura, molto probabilmente aveva già acquistato delle scorte di alimenti – si era in piena stagione! – e forse, prima che i prodotti scadano, potrebbe farne dono ad associazioni come le Caritas o l’emporio solidale che li farebbero arrivare a persone davvero in condizioni di povertà e bisogno. Sarebbe veramente un bel gesto!»

Persone in fila all’Emporio Solidale “Una Goccia”