Negli ultimi giorni buon senso e responsabilità sono parole ricorrenti nelle dichiarazioni di Giorgio Merlo. Da una parte il sindaco di Pragelato, ribattendo a chi vorrebbe limitare i flussi turistici per timore del covid-19, sottolinea come l’importante sia che vengano rispettate «le regole previste in materia di prevenzione sanitaria» e, soprattutto, «che prevalgano sempre e in ogni luogo il buon senso e la cultura della responsabilità dei singoli. Perché non c’è norma burocratica o protocollo che valga se non ci si appella, sempre, anche alla coscienza del singolo cittadino».

Benvenuti turisti, insomma, ma con responsabilità.

L’invito al rispetto delle regole arriva però anche in risposta all’inciviltà di alcuni che nei giorni scorsi hanno abbandonato i rifiuti fuori dagli appositi cassonetti, creando un indubbio danno di immagine al paese e facendo pagare la loro maleducazione alle tasche di tutti i cittadini. «Ci appelliamo ancora una volta – ribadiscono Merlo e il suo vice Mauro Maurino – al buon senso e alla civiltà di tutti i cittadini, imprese edili e di ristrutturazione, residenti e non di Pragelato, per evitare di installare telecamere in ogni angolo, affinché l’immagine di una intera comunità non venga compromessa dal vandalismo di pochi e maleducati irresponsabili. È inutile lavorare, come tutti stiamo facendo in questa difficile stagione estiva, per un vero turismo di qualità e di forte riscoperta delle bellezze del nostro territorio, e poi dover registrare questi squallidi ed incomprensibili gesti ispirati da nessuna cultura civica».

Nella foto di Beba Chopin (da Sei di Pragelato se…) un esempio di abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti