Botta e risposta all’interno del comune di Porte. Ad un comunicato stampa della maggioranza sul cattivo stato del verde pubblico, hanno risposto su Facebook tecnico comunale e minoranza.

Il municipio di Porte

 

Il 6 maggio l’amministrazione di Porte aveva emesso un comunicato stampa in cui, scusandosi per la scarsa cura del verde pubblico nel centro del paese, “a causa di un problema nella definizione del capitolato relativo al servizio di pulizia e manutenzione del verde non è stato possibile procedere alle pulizie previste in occasione del 25 aprile”. 

 

La precisazione del tecnico comunale

Gianluca Nota, tecnico comunale e amministratore del gruppo Facebook “Sei di Porte se”, ha però puntualizzato al riguardo con un post proprio sul gruppo FB portese: “Vorrei precisare – ha rimarcato – che, contrariamente a quanto scritto nell’articolo, non si è trattato di “un problema nella definizione del capitolato” in quanto quest’ultimo è stato redatto da un professionista ed adattato dall’Ufficio Tecnico ed era già pronto da tempo. Ma bensì è stato un problema del bilancio, fatto dalla ditta esterna e dall’Amministrazione, in quanto, nonostante si fosse stabilito l’importo dell’affidamento per la manutenzione del verde e delle strade già a fine 2021, lo stesso non trovava copertura nel bilancio che è stato approvato da poco, e pertanto senza soldi nel capitolo corretto non si poteva procedere all’affidamento.Dal momento che si rilascia un comunicato, bisognerebbe almeno dire le cose come stanno”.

 

La voce della minoranza

E nella polemica social non è mancato un commento del capogruppo di minoranza, Paolo Sales, che ha stigmatizzato: “Come minoranza, nello scorso Consiglio Comunale del 16 aprile, abbiamo chiesto chiarimenti in merito ai termini del capitolato stesso (ritenendolo infatti carente in particolare nelle parti relative alla pulizia dei cestini, delle aree verdi e dei punti raccolta rifiuti) e soprattutto, pur non essendo stata presentata in Consiglio la relativa delibera di Giunta del 5 marzo, abbiamo fatto presente la mancanza di copertura per questo provvedimento nel bilancio preventivo. Riteniamo inoltre che la soluzione prospettata dall’Amministrazione, quella della variazione di bilancio, pur essendo a questo punto l’unica possibile, oltre a far emergere nuovamente una mancanza di lungimiranza e programmazione, comporterà un notevole allungamento dei tempi che porterà ad un acuirsi delle problematiche e delle criticità già presenti e note a tutti”.