In occasione della morte di Franco Calvetti, Dario Seglie lo ricordava su Vita: «Sostenitore dell’insegnamento precoce delle lingue straniere […] segretario generale del Centro Internazionale Educazione Bilingue e Plurilingue […] la sua competenza e passione per la lingua francese l’avevano portato ad ideare “La semaine du Français” per tutte le scuole delle Valli Chisone e Germanasca».

Proprio al dirigente scolastico e linguista scomparso a fine 2017, è dedicata la giornata di studi “Il francese come L2 e come lingua minoritaria nella scuola italiana e nelle scuole delle Valli Valdesi”, che sarà ospitata dalla “Scuola Latina” di Pomaretto sabato 6 aprile.

Il professor Franco Calvetti, linguista e direttore scolastico a cui è dedicata la giornata di studi

Motori dell’iniziativa sono il Centre d’Information sur l’Education Bilingue et Plurilingue e l’Associazione “Amici della Scuola Latina”  (innumerevoli sono i patrocini dall’Ambasciata di Francia, all’Alliance Française, alla Società di Studi Valdesi, al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino e dell’Istituto Comprensivo “Gouthier” di Perosa Argentina).

La Scuola Latina di Pomaretto

Tre le sezioni di studio, a ingresso libero, nella Sala Incontri della Scuola Latina: alle 9:30 “Ricordo e riflessione sull’azione di Calvetti” vedrà interventi di Federico Perotto, Teresa Ruggiero Boella, Claudio Tron (a presiedere il docente universitario Tullio Telmon) seguito da “La francofonia nelle Valli Valdesi” a cui contribuiranno Matteo Rivoira e Daniele Jalla, Piercarlo Pazè e Fabrice Placet. Nel pomeriggio, dopo il buffet, Teresa Ruggiero Boella, Ileana Guzman, Gabriella Vernetto, Cristina Chioni, Giuliana Meynier, Aline Pons, Nicolò Alessi rifletteranno su “Il francese nella scuola italiana”.