L’anno scorso i tradizionali falò delle libertà del 16 febbraio non si erano potuti fare per via della siccità e del pericolo di incendi. E l’idea di recuperarlo successivamente era tramontata al sopraggiungere del Covid.

Quest’anno l’amministrazione comunale fa sapere che a Pomaretto la tradizionale manifestazione si farà – “a testimonianza delle libertà passate presenti e future” -, ma per evitare rischi di contagio il 16 febbraio la catasta verrà accesa solo alle 22 (quando gli spostamenti saranno possibili solo per motivi di salute o di lavoro) e soltanto un numero limitato di persone potrà accedere al fuoco per controllarlo. Per tutti gli altri, l’accensione del falò sarà trasmessa in streaming sulla pagina Vivi Pomaretto  con apertura del collegamento alle 21:50.