Il Consiglio Comunale di Pinasca, sindaco in testa, ha scelto, quasi all’unanimità, di dotare la Polizia municipale di pistole per garantire agli operatori maggiore sicurezza durante i servizi più rischiosi.

 

 

Il consiglio comunale di Pinasca del 27 aprile, convocato soprattutto per l’approvazione del rendiconto del bilancio 2021, ha visto anche l’approvazione del nuovo regolamento di Polizia Locale e del relativo regolamento sull’armamento dei Vigili.

 

La pistola ai Vigili

Da anni, infatti, la Polizia Locale – come diversi dei comuni vicini – girava disarmata (per ogni evenienza a pochi chilometri ci sono le stazioni dei Carabinieri di Villar e di Perosa…). Su richiesta però del nuovo responsabile del servizio, Francesco Rocchietto, il Consiglio Comunale ha scelto per ragioni di sicurezza degli operatori, di munirli – in occasione di alcuni servizi – di pistole semi-automatiche, oltre che di

  • manette
  • spray antiaggressione
  • dispositivi necessari in caso di TSO
  • giubbotti antitaglio e antiproiettili
  • guanti antitaglio

 

Le ragioni del Comandante Rocchietto

Nel suo intervento durante il consiglio, il vice Commissario Rocchietto ha evidenziato come per alcuni dei servizi richiesti – in particolare quelli di vigilanza esterna e stradale – la dotazione di armamento risulti necessaria per la sicurezza dei dipendenti della Polizia locale.

 

Secondo il sindaco una misura di deterrenza

Una posizione su cui si trovato concorde il sindaco Roberto Rostagno, che ha giustificato la scelta di armare i vigili – oltre che per garantire maggiore tutele ai lavoratori nel corso dei controlli e delle notifiche domiciliari -, all’effetto di deterrenza del personale armato verso i malintenzionati.

 

Approvazione quasi unanime

Tra i consiglieri presenti – mancavano Willy Ribetto e Giulio Sacchero – hanno espresso delle perplessità sul provvedimento di competenza del Consiglio Comunale,Nicholas Baudracco e l’assessore Daniela Prot, che poi però hanno votato a favore come il resto del consiglio ad eccezione di Valentina Tinetto che, pur senza fare dichiarazioni, ha espresso un voto di astensione.

Chissà però che cosa penseranno i pinaschesi di questa novità…