Dopo 40 anni Karlheinz Oehler non è più sindaco di Wiernsheim, paese gemellato con Pinasca. Al suo posto, dopo le recenti elezioni, c’è Matthias Enz.

Karlheinz Oehler

In conclusione del Consiglio Comunale di Pinasca del 31 gennaio, il sindaco Roberto Rostagno ha voluto ringraziare Karlheinz Oehler, per quarant’anni “borgomastro” di Wiernsheim, paese tedesco gemellato con Pinasca, sconfitto nelle elezioni per il rinnovo amministrativo. Il sindaco di Pinasca, nel fare gli auguri al neo sindaco Matthias Enz, si è detto certo che la collaborazione tra i due “gemelli” continuerà.

Il nuovo sindaco di Wiernsheim, Matthias Enz

Un legame che risale al 1982

Proprio Oehler, da poco eletto per la prima volta, il 25 settembre 1982 stipulò con il collega italiano Riccardo Richiardone l’atto che sanciva il gemellaggio tra Pinasca e Wiernsheim (nel Baden-Württemberg). Nei suoi 40 anni alla guida di Wiernsheim, ha ricordato Rostagno, Oehler ha sempre lavorato per rinsaldare l’amicizia con Pinasca, dove addirittura ha acquistato una casa.

 

Le radici del gemellaggio

Il legame tra Pinasca e il comune tedesco affonda alla fine del ‘600, quando molti abitanti valdesi di Pinasca (e di altri paesi della val Chisone) – espulsi dalle loro terre da un editto di Vittorio Amedeo II – trovarono accoglienza nelle terre del duca  Friedrich Karl di Württemberg dove gli esuli formarono i comuni di Pinache e di Serres.