La Scuola Primaria Statale Hurbinek ha espresso Giulia Oleastro (classe V) come “sindaco” del Consiglio Comunale dei Ragazzi, votato dai ragazzi delle altre classi.

Come altri comuni, anche Pinasca da qualche giorno ha il suo consiglio comunale dei ragazzi.

Buon sangue non mente

E siccome buon sangue non mente, Giulia Oleastro – figlia dell’attuale assessore e già vicesindaco, Daniela Prot, e nipote del compianto vicesindaco degli anni ’80, Dante Oleastro –  è stata eletta come primo sindaco dei ragazzi.

La notizia è stata ufficializzata al termine del consiglio comunale “dei grandi” dello scorso 27 aprile, quando Giulia ha posato con la fascia tricolore col suo “collega” Roberto Rostagno.

 

Due liste della classe V

Il progetto del Consiglio Comunale dei ragazzi ha visto coinvolta la Classe V (maestre Anna Maria Foti e Marina Polliotto), che ha espresso due liste (oltre a Giulia, l’altra capolista è stata Aurora Barus) con i rispettivi programmi, tra cui sono stati chiamati a votare i ragazzi delle altre classi (la V non ha partecipato al voto).

 

Solidarietà col Regina Margherita e a scuola camminando

Il programma di Giulia – “uno zaino per amico” – prevedeva la raccolta fondi per i bambini del Regina Margherita, mentre quello di Aurora – “Pedibus” – proponeva l’attivazione di un servizio svolto da volontari per accompagnare i bambini a scuola camminando, invece di andare in macchina o con altro mezzi.

Ispirazione per il sindaco Rostagno

Il sindaco Roberto Rostagno, nel congratularsi, si è detto interessato a ispirarsi alle idee dei bambini nell’azione amministrativa.