Il vescovo di Pinerolo, Derio Olivero, ha presieduto la messa in occasione della festa di Sant’Antonio Abate a Gran Dubbione (Pinasca) il 16 gennaio. In un clima di gioia, monsignor Derio ha impartito anche la benedizione degli animali e del tradizionale “pane di Sant’Antonio”.

 

In occasione della festa patronale di Gran Dubbione, il vescovo Derio ha presieduto la celebrazione eucaristica nella chiesa di Sant’Antonio Abate, dopo aver benedetto gli animali presenti sul sagrato. Al termine della messa, concelebrata dal parroco Giuseppe Rizzi, monsignor Olivero ha impartito la benedizione anche al tradizionale “Pane di Sant’Antonio”.

 

L’omelia del vescovo

Nell’omelia il vescovo ha commentato il vangelo del giorno, quello delle Nozze di Cana, sottolineando come Gesù abbia aperto la sua vita pubblica con una festa. «Perché Gesù inizia la sua attività con una festa, con tutte le cose più urgenti che poteva fare? Per lo stesso motivo per cui noi facciamo festa, per poter trovare nella nostra vita qualcosa di bello e di buono, per trovare il gusto della vita in mezzo alle preoccupazioni di ogni giorno… Gesù ci dice “sono venuto perché abbiate la vita e l’abbiate in abbondanza, perché abbiate una gioia piena” […] Questo vangelo ci presenta una bella scena, quella dello sposo che, alle parole del maestro di tavola, si sente “superato” da Gesù. Anche noi, come lo sposo, facciamo quello che possiamo, ma noi credenti sappiamo che l’azione di Dio ci supera, che il buon Dio ha fatto più di noi e così possiamo ripartire fiduciosi ogni giorno».

Foto Guido e Sara Rostagno