La pioggia battente di oggi ha spaventato gli ambulanti, ma non ha fermato la “Fera dl’Ai” a Dubbione (Pinasca). Se le strade sono rimaste vuote, non è mancata la rassegna zootecnica, mentre l’interno del palazzetto dello sport ha ospitato all’asciutto numerosi banchi di associazioni, artigiani e piccoli commercianti.

Ambulanti spaventati dalla pioggia

La pioggia fitta del 15 novembre ha un po’ rovinato la tradizionale Fiera dell’Aglio (Fera dl’Ai) di Dubbione spostato per via del Covid nella zona di Via Fiume-Via San Paolo. Purtroppo quasi tutti gli ambulanti hanno rinunciato al loro stallo, poco fiduciosi di concludere affari nella giornata.

Rassegna zootecnica

Anche il ricco programma previsto dagli organizzatori ha subito qualche intoppo, ma diversi allevatori hanno portato i loro animali alla rassegna zootecnica (e sono stati premiati anche per il coraggio dimostrato).

Il palasport come rifugio

Nel palasport al coperto hanno invece trovato rifugio alcuni espositori (artigiani, commercianti del paese e qualche associazione), oltre a chi ha scelto di mangiare pranzo con la cucina del “Gallo al Sole”.

L’annullo filatelico

In mattinata Poste Italiane ha realizzato un annullo filatelico dedicato alla “Fera dl’Ai e d’le Traponte” per presentare ai cittadini i temi della filatelia e della scrittura legati alle tradizioni e al patrimonio culturale della comunità. L’annullo presentava due teste d’aglio e l’immagine del Ponte Annibale, simbolo di Dubbione, mentre le cartoline, pubblicate in edizione limitata per l’occasione, hanno riprodotto un’immagine storica di Pinasca. La cerimonia di bollatura ha coinvolto il sindaco di Pinasca, Roberto Rostagno e la direttrice di Filiale di Pinerolo, Silvia Mazzoleni.

I volontari

Accanto alla polizia comunale, numerosi volontari AIB hanno permesso con il loro lavoro volontario il buon andamento della fiera. A garanzia della sicurezza, erano presenti anche dei volontari della Croce Verde.