Nella mattina del 5 maggio il vescovo Derio Olivero ha presieduto la messa nella parrocchia San Rocco a Dubbione in occasione del conferimento del sacramento della confermazione ai ragazzi della comunità. Erano presenti sia i ragazzi della terza media, che hanno seguito il vecchio percorso di formazione, sia quelli della V elementare e della prima media (nuovo percorso catechistico); per questi ultimi alla cresima si è affiancata anche la prima comunione.

Nella sua omelia monsignor Olivero – commentando il brano evangelico in cui, dopo la resurrezione, Gesù rincuora gli apostoli andati invano a pescare – ha spiegato come spesso ai bambini (ma anche agli adulti) capita di dire o pensare «Non gioco più», quando le cose, nonostante gli sforzi, non vanno secondo i nostri desideri. Anche Pietro, il primo papa, deluso dagli eventi era tornato sul lago di Tiberiade a pescare, come faceva prima di incontrare Gesù. Eppure «il Signore ci chiama a collaborare con lui – ha continuato il vescovo rivolgendosi ai ragazzi – e ci chiede un po’ del nostro pesce da cuocere […] Egli ci vuole protagonisti della vita e della storia».

Al termine della funzione il vescovo ha ringraziato in modo particolare i genitori dei ragazzi: «C’è chi pensa che il mondo ruoti intorno a Putin o a Trump, a Salvini e Di Maio, ma non è così: a fare girare il mondo sono i papà e le mamme».