Alberto Balocco, amministratore delegato della azienda dolciaria di famiglia, e Davide Vigo sono morti il 26 agosto a causa di un fulmine presso il colle dell’Assietta durante un’uscita in e-bike.

 

Alberto Balocco (ph Ansa)

 

I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemonte sono intervenuti questo pomeriggio – 26 agosto – nella zona dell’Assietta per due ciclisti deceduti presumibilmente a causa di un fulmine. Le due vittime sono Alberto Balocco, 53 anni, amministratore delegato dell’azienda dolciaria di famiglia nel Cuneese, e Davide Vigo, 55 anni, torinese residente in Lussemburgo. Verso le 13 Balocco e Vigo erano in mountain bike, a bordo di due bici elettriche, sul colle dell’Assietta, a pochi chilometri dal colle del Sestriere, quando sono stati uccisi da un fulmine, secondo quanto ricostruito dai soccorritori intervenuti sul posto.

 

L’intervento del Soccorso Alpino

La chiamata di emergenza è stata effettuata intorno alle 14 da una persona che transitava sulla strada in automobile e ha individuato i due ciclisti a terra, esanimi, verso il rifugio dell’Assietta. Sul posto è stato inviato il Servizio Regionale di Elisoccorso e sono state allertate le squadre a terra del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e i Carabinieri. Nonostante condizioni meteo negative, l’eliambulanza è riuscita a sbarcare l’equipe che ha avviato le manovre di rianimazione cardiocircolatoria finché è stato possibile soltanto constatare il decesso dei due ciclisti. In attesa dell’autorizzazione alla rimozione delle salme da parte del magistrato, l’eliambulanza è tornata operativa mentre le squadre a terra si sono attivate per il trasporto a valle. In considerazione delle condizioni meteorologiche in zona e delle prime indicazioni del personale sanitario, si può supporre che l’incidente sia avvenuto a causa di un fulmine.