Francesco Fei con “La via incantata” ha vinto il 12° Sestriere Film Festival conclusosi il 6 agosto; a Mauro Bartolini il concorso fotografico abbinato al Festival.

Il sindaco di Sestriere Gianni Poncet premia Francesco Fei

Serata di gala, lo scorso 6 agosto, al Cinema Fraiteve per l’ultimo atto del 12° Sestriere Film Festival, rassegna internazionale dedicata alla montagna ideata e organizzata da “Montagna Italia” insieme al Comune di Sestriere con l’obiettivo di promuovere le terre alte attraverso il cinema. Per una settimana Sestriere si è trasformata nella capitale internazionale della montagna, luogo di incontro per alpinisti, appassionati, registi e fotografi.

22 film da tutto il mondo

Ventidue i film selezionati per la fase finale del concorso provenienti da

  • Francia
  • Emirati Arabi Uniti
  • Bulgaria
  • Svizzera
  • Polonia
  • Austria
  • Cina
  • Pakistan

La serata finale si è aperta con la proiezione del documentario “Guerra all’Amazzonia”, in collaborazione con la Rai e la trasmissione “Presa Diretta”, sensibilizzando sull’attenzione ai problemi climatici, tra gli obiettivi principali del festival.

Le autorità presenti

A proclamare i vincitori del 12° Sestriere Film Festival sono stati

  • il presidente della kermesse, Roberto Gualdi
  • il sindaco di Sestriere, Gianni Poncet

che hanno premiato i protagonisti del festival insieme

  • al vicesindaco Francesco Rustichelli
  • alla consigliera con delega alla cultura Emanuela Ruspa Tedeschi
  • al presidente del Parco Alpi Cozie, Alberto Valfrè
  • al presidente del Consorzio Turismo Sestriere, Massimo Bonetti
  • al Comandante della Stazione Carabinieri di Sestriere, Giovanni Barberis

 

La vittoria di Francesco Fei con “La via incantata”

A trionfare è stato Francesco Fei con “La via incantata”, una produzione Sky Italia che ripercorre il cammino dello scrittore Marco Albino Ferrari nella Val Grande sulle tracce del Sentiero Bove.

Le ragioni della scelta

La Giuria formata

  • dal Presidente Piero Carlesi
  • da Nicola Bionda
  • da Giuseppe Spagnulo

ha premiato il senso di avventura “a km 0” espresso dal film: un messaggio importante per promuovere la conoscenza e la frequentazione delle aree alpine meno conosciute.

 

In premio una scultura di Piffer

Francesco Fei ha ricevuto dalle mani del sindaco Poncet il trofeo “Sestriere” una scultura, realizzata dal Maestro Carlo Piffer, rappresentante l’aquila e le torri simbolo del Colle che viene assegnata ai vincitori assoluti di eventi sportivi e manifestazioni di prestigio ospitate a Sestriere.

 

Le menzioni speciali

Le menzioni speciali sono andate a due titoli che ben illustrano la vastità del Festival che spazia dalle vette Himalayane al livello del mare:

  • “A l’ombre du Chamlang” (di Jérémie Chenal, Benjamin Védrines e Charles Dubouloz)
  • “S’Avanzada” (di Francesco Palombo e Enrico Madau)

Tramonto dal Nuvolau di Mauro Bertolini

A Mauro Bartolini il concorso fotografico

Mauro Bartolini con lo scatto “Tramonto dal Nuvolau” si è aggiudicato il concorso fotografico “Spirit of the Mountain” abbinato al Sestriere Film Festival. “La cima dolomitica è ritratta in un’atmosfera onirica che dona un carattere di straordinarietà al paesaggio”, la motivazione che ha portato all’assegnazione del premio.

La soddisfazione del sindaco

«Siamo davvero soddisfatti – ha dichiarato in apertura il Sindaco di Sestriere Gianni Poncet – della crescita constante del Sestriere Film Festival. Quest’anno abbiamo avuto anche un ulteriore spinta grazie alla collaborazione instauratasi tra il Comune di Sestriere con il Museo Nazionale del Cinema, ed il supporto del Museo Nazionale della Montagna e di Film Commission Torino Piemonte. Aver aperto la rassegna, tra gli applausi del pubblico, con il concerto della Fanfara della Brigata Alpina Taurinense nel 150° anniversario delle Truppe Alpine e nel 70° delle Brigata Alpina Taurinense, è stato motivo di orgoglio in un anno per noi speciale. Infatti la stazione turistica internazionale di Sestriere compie 90 anni».

Il regista Filippini sul palco del Cinema Fraiteve prima della proiezione del film Fratelli si diventa

Un omaggio a Walter Bonatti

La chiusura della 12ª edizione del Sestriere Film Festival ha visto tributare un omaggio a Walter Bonatti con il film “Fratelli si diventa” con Reinhold Messner, alla presenza del regista Alessandro Filippini che ha ricevuto il crest del Comune di Sestriere tra gli applausi del pubblico del cinema Fraiteve. Prima della proiezione di “Fratelli si diventa” il presidente Roberto Gualdi ha rivolto al pubblico un arrivederci al Sestriere Film Festival 2023.