Record di iscritti sul circuito delle valli olimpiche per la terza prova del Campionato Italiano di Velocità su Ghiaccio, che si è svolta sabato 23 e domenica 24 gennaio sul circuito di Pragelato, ben settantatré concorrenti si sono presentati al via per sfidarsi sull’anello ghiacciato curato al meglio dal padrone di casa Adriano Priotti.

Come sempre ottima l’organizzazione della BMG Motor Events che non ha trascurato nulla seppure l’evento fosse purtroppo a porte chiuse, al fine di potere permettere la partecipazione a tutti i piloti ha diviso le numerose manche delle rispettive categorie in due giornate dedicate.

Sabato sono scese in pista le Legend Cars, i Kart Cross e le Side by Side, mentre nel giorno successivo le sfide hanno coinvolto le auto a due e quattro ruote motrici.

Pragelato ha incoronato una nuova realtà, si tratta del vicentino Simone Romagna che a bordo della sua potente Ford Fiesta R5 MKII ha dominato la gara al suo esordio in questa specialità, vincendo due manche su tre. Romagna è quindi salito sul gradino più alto del podio, seguito in ordine da Lukas e Rudy Bicciato (figlio e padre, entrambi su Lancia Delta).

Mentre Ivan Carmellino, uno dei candidati al titolo, non ha potuto esprimersi al meglio causa problemi tecnici sulla sua Grande Punto Proto, è da segnalare l’ottima prestazione della grintosa Rachele Somaschini, quinta sulla Citroen C3 R5.

Luca Fiorenti (Renault Clio R3C) si è aggiudicato lo scalino più alto del podio nella categoria due ruote motrici, seguito da Francesco Aragno (anche lui su Renault Clio R3C) e dal giovanissimo pilota della Val Pellice Jean Claude Vallino (Opel Astra), che già si era ben disimpegnato nella prova di Livigno.

La Kart Cross è stata appannaggio di uno strepitoso Simone Firenze (Semog), che ha terminato davanti a Christian Tiramani e Andrea Crugnola, la side by side (con due sole vetture) ha visto protagonista Vittorio Gonella su Claudio Esposto, mentre la nuova categoria delle Legend Cars è stata vinta da Maurizio Rossi.

Ora si attende l’ultima prova, nuovamente a Pragelato (che aveva ospitato anche il Test Day a fine dicembre) ma con circuito reverse (ovvero con percorrenza in senso antiorario) in programma il 13 e 14 febbraio, dove l’adrenalina è assicurata perché la lotta al titolo nelle varie categorie è ancora aperta in quanto alcuni piloti sono distanziati di pochissimi punti l’uno dall’altro.

Valter Ribet