Il Comune di Fenestrelle ha celebrato ieri (domenica 7 novembre) il Quattro Novembre. Il sindaco Michel Bouquet ha ricordato tutti i caduti della Grande Guerra e, in particolare, la vicenda del Colonnello Giulio Dohuet e il suo ruolo nell’onorare il Milite Ignoto.

Come molti comuni, anche Fenestrelle ha scelto domenica 7 novembre per celebrare il Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate (il “4 novembre”). Nel suo intervento il sindaco Michel Bouquet ha raccontato anche la storia del milite ignoto con riferimento al colonnello Giulio Douhet. Questo ufficiale fu il primo a suggerire che la salma di un combattente caduto in guerra e non identificato ricevesse i sommi onori a simbolo del sacrificio di tutti i caduti.

Dohuet e il Forte

Dohuet è una figura legata a Fenestrelle dove trascorse un anno di prigionia nel Forte con l’accusa di “divulgazione di segreti militari” (per aver consegnato a un membro del governo informazioni riservate). Accusa caduta al termine della guerra, quando per l’ufficiale arrivò la riabilitazione e, richiamato in servizio, la promozione a maggiore generale (subito però collocato in aspettativa).