16 novembre 2015

«È importante avere per noi un luogo dove poter vivere uno stile preciso!». Queste le parole con cui il parroco Dario Komierzynski sintetizza le ragioni che hanno spinto la parrocchia di Dubbione alla scelta di ristrutturare l’oratorio Santa Maria Goretti. Teatro dell’estate ragazzi, del catechismo, del laboratorio di manualità e altro ancora, quest’edificio, non disdegnando attività “adulte” come il Laboratorio di Fede e il gruppo Ora et Labora, è certamente, persino più della chiesa, il centro vitale della comunità dubbionese.

Letteralmente tirato su con materiali di recupero alla fine degli anni ’40 dall’indimenticabile don Mario Ambrosiani aiutato – a dispetto di ogni odierna normativa sul lavoro minorile o sulla sicurezza, come testimoniano le foto dell’epoca – da una torma di ragazzini, l’oratorio, dopo tanti anni di onorato servizio, mostra i segni del tempo e necessita di diversi interventi che l’ingegner Michele Ughetto, autore del progetto di ristrutturazione, riassume così: «Per migliorare la fruibilità e la sicurezza dei locali si procederà ad ammodernare i servizi igienici, alla revisione dell’impianto elettrico, alla realizzazione di nuove uscite di sicurezza e al “pensionamento” della vecchia caldaia a gasolio sostituendola con un sistema di riscaldamento basato su stufe a pellet».

Nel progetto si è prestata particolare attenzione a rendere l’oratorio «accessibile anche a chi manifesti disabilità motorie», pensando di costruire rampe di collegamento tra i vari locali che si trovano su diversi livelli per via dell’edificazione avvenuta in tempi successivi. I lavori, il cui costo stimato rasenta i 50.000 €, verranno realizzati un po’ alla volta, tenendo conto delle limitate risorse della parrocchia (circa 8.500 € sul conto). Per sensibilizzare la cittadinanza sull’importante ruolo dell’oratorio nella vita del paese (e anche per chiedere offerte destinate alla ristrutturazione!), è stato preparato un numero speciale del Bollettino Parrocchiale nel quale, oltre alla descrizione delle attività e degli interventi previsti, si è raccontata un po’ della storia dell’oratorio. Questo bollettino può essere ritirato in chiesa, ma a breve sarà recapitato, nei limiti del possibile, a tutte le case.

 

 

A lavoro per il mercatino d’Avvento

Tra le attività dell’oratorio di Dubbione al neonato laboratorio di manualità del giovedì pomeriggio si sono aggiunte le aperture straordinarie dell’oratorio il sabato pomeriggio dalle 14:30 alle 17 in un alternarsi di giochi, letture di storie, lavoretti senza tralasciare l’immancabile merenda al sacco. Questo Grest fuori stagione, oltre a mantenere in allenamento la squadra di animatori, prevede di far realizzare ai pargoli le scenografie per lo spettacolo natalizio che il Gruppo Costruire Cantando proporrà nella chiesa di Dubbione la domenica prima di Natale.

Per restare in tema natalizio, le sempre operose signore del gruppo Ora et Labora sono già intente all’allestimento del Mercatino dell’Avvento che quest’anno si svolgerà nel ponte dell’Immacolata (6, 7 e 8 dicembre) tutti e tre i giorni dalle 14 alle 18, nei festivi anche dalle 9 alle 12. Alla vendita dei lavori artigianali di Ora et Labora, si affiancheranno una pesca di beneficenza dedicata ai bambini e l’esposizione dei lavoretti preparati dai piccini del laboratorio di manualità “Piccole mani – insieme CREAtivamente” (anche questi potranno essere acquistati).

L’oratorio di Dubbione avrà di sicuro qualche problema, ma, per dirla come Galileo, “Eppur si muove”!

Guido Rostagno

 

IMG_0002