Dare un segno di resistenza da parte della cultura. Per questo “Scritto Misto” si farà anche nel 2020 nonostante la decisione del comune di Usseaux di annullare le sue iniziative primaverili ed estive per via dell’emergenza coronavirus. Il Festival con presentazioni di libri e concerti, ospitato tradizionalmente nella borgata Laux, scenderà solo di qualche chilometro fino al Forte di Fenestrelle. Deborah Severini, curatrice e vera anima di “Scritto misto”, spiega: «Capisco le motivazioni di Usseaux, ma mandare avanti comunque “Scritto misto”, anche se in un’altra location, vuole essere un segnale forte per la cultura in questo momento in cui sembra non essere nemmeno l’ultima ruota del carro». Un settore «dove nell’indifferenza di molti sono in gioco migliaia di posti di lavoro».

La curatrice di “Scritto Misto”, Deborah Severini

Il festival slitterà al mese di agosto (le date precise e il numero di appuntamenti sono ancora da definire) e si svolgerà nella Chiesa del Forte. «Nel caso le disposizioni contro il contagio non permettessero eventi con la presenza di pubblico – assicura la Severini – “Scritto misto” si farà comunque ma trasmesso in streaming».

Il vescovo Derio Olivero in una delle scorse edizioni di Scritto Misto