«Ho ritenuto opportuno – scrive il sindaco Giorgio Merlo -, come altri comuni della Via Lattea, firmare oggi (ndr 21 marzo) un’ordinanza affinché la presenza dei non residenti nel comune di Pragelato sia il più possibile contenuta. Nessun intento discriminatorio o punitivo nei confronti di nessuno, come ovvio. Ma solo la necessità, che da giorni ripetiamo, di non incrementare ulteriormente la presenza dei non residenti nei nostri comuni».

Il sindaco Giorgio Merlo accanto all’assessore Claudio Salvai (a sinistra)

L’ordinanza prevede per i non residenti l‘obbligo di segnalare la loro presenza sul territorio agli uffici comunali; inoltre stabilisce che gli amministratori di condominio, i proprietari e i gestori di attività ricettive ed extra-alberghiere devano comunicare immediatamente ai condomini quanto ordinato dall’atto del sindaco. Un atto necessario «dopo aver constatato la presenza di molti non residenti nel comune e, soprattutto, in piena sintonia con le recenti disposizioni emanate dai vari DPCM» e preso senza intenti punitivi, ma solo per «garantire a e tutelare il più possibile la salute dei cittadini residenti e non. Misure che, mi auguro, possano contribuire a frenare molte persone a raggiungere Pragelato e altri comuni della Via Lattea in queste settimane».

Il municipio di Pragelato

Dopo aver mostrato il volto duro, il sindaco si addolcisce nel segnalare «il servizio che la Croce Verde di Perosa Argentina avvierà da lunedì mattina (ndr 23 marzo) per la distribuzione di generi alimentari e di farmaci nel territorio di Pragelato agli over 65 e alle persone che si trovano nell’impossibilità di avere sostegno da parte di terze persone. Un servizio importante ispirato e dettato da una grande e feconda solidarietà umana».