Aiutateci ad aiutarvi!” è lo slogan scelto dalla Croce Verde di Perosa Argentina per chiedere un contributo economico per l’acquisto di quei dispositivi di protezione individuale tanto necessari in tempi di coronavirus. A maggior ragione per chi, come i militi dell’associazione perosina, in questo periodo si sottopone a un surplus di lavoro con il servizio di consegna domiciliare della spesa in una serie di comuni (Inverso Pinasca, Fenestrelle, Perosa Argentina, Pinasca, Pomaretto, Pragelato, Roure ed Usseaux).

Alcuni mezzi della Croce Verde di Perosa Argentina

«Le associazioni che operano sul territorio per il soccorso dei cittadini – spiega la locandina preparata dalla Croce Verde perosina -, oltre che per il “Servizio Solidale C.V.” di consegna al domicilio degli over 65 e delle categorie più fragili che hanno necessità di farmaci e spesa […] dopo settimane di intenso lavoro, si trovano in una situazione di forte carenza di dispositivi di protezione individuale (DPI) necessari per mettere in sicurezza sia gli operatori che gli assistiti (mascherine, guanti, tute ecc)». E analoga difficoltà patisce anche il “Centro Aperto per Anziani” di Perosa.
Purtroppo denuncia la Croce Verde «l’ASL di riferimento, la Città della salute, l’Unità di Crisi sembrano aver dimenticato le associazioni locali e le piccole realtà di periferia come la nostra ed altre pertanto dobbiamo fare da soli, ma il rifornimento “ha costi importanti”».

Dai comuni arriveranno «contributi significativi ma non sufficienti a coprire le spese», per questo l’associazione fa appello alla solidarietà di tutti cittadini, che potranno fare un’offerta in contanti presso le farmacie nei Comuni o tramite bonifico sul Conto Corrente della Croce Verde di Perosa Argentina all’IBAN: IT 87 S 02008 30730 000103382287