In ogni paese ci sono persone sole e famiglie, per varie ragioni, messe in difficoltà economiche dalle misure prese per contenere il contagio da coronavirus. Oltre agli stanziamenti erogati dal governo ai comuni – ai quali bisogna far riferimento per farne richiesta -, in più di un paese si sono messi in moto meccanismi di solidarietà tra la cittadinanza.

A Villar Perosa, ad esempio, sul conto comunale (Iban IT79 Z020 0831 4800 0010 1553 069) si può fare un versamento (causale: Donazione per Emergenza Coronavirus) per sostenere le fasce più svantaggiate della popolazione con beni di prima necessità e farmaci. Esiste però anche un’alternativa più semplice: la “Spesa sospesa“. Un po’ sul modello del “caffè sospeso, l’iniziativa consiste, quando si va a fare la propria spesa, nell’acquistare qualche alimento in più da lasciare in deposito al negoziante; a fine giornata un volontario del comune passerà a ritirare la spesa che sarà fatta arrivare alle famiglie bisognose. Gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa sono Alimentari Maura (Piazza Centenario, 9) e Crai Zancanaro (Via Nazionale, 53).