«Nella tarda serata di martedì 17 marzo 2020 la Protezione Civile ci ha comunicato due casi di contagio al COVID-19 di due nostri concittadini, di cui uno è residente nel nostro Comune, ma risulta domiciliato in un altro Comune». Parole come queste – scritte dal sindaco Rino Tron sulla pagina istituzionale del comune di Roure non rappresentano, ormai, una novità da quando è iniziata l’epidemia. «Al momento – continua il comunicato – la situazione risulta sotto controllo, i familiari più stretti e le persone con cui possono essere andati a contatto queste persone sono state poste in “quarantena”».

Il sindaco di Roure, Rino Tron

Sempre dal comune, nel ricordare l’importanza di evitare i contatti con possibili fonti di contagio, arriva il consiglio di «effettuare approvvigionamenti alimentari per 3-4 giorni, al fine di uscire il meno possibile dalla propria abitazione».