A San Germano il week end del 15 e 16 dicembre propone la ventesima edizione di “Sorprese d’inverno”, un’iniziativa in cui le varie associazioni del comune lavorano insieme per portare qualche ora lieta per le vie del borgo. Nel pomeriggio del sabato (ore 15:30) i “Babbi Natale” in moto cominceranno a percorrere San Germano, distribuendo caramelle. Mentre poi l’Unione Sportiva offrirà ai passanti dolci e cioccolata calda, i bambini potranno recarsi alla casetta di Santa Claus per ricevere da un elfo la risposta alla propria letterina. Alle 20 è prevista una fiaccolata che da Piazza Martiri raggiungerà l’Asilo dei Vecchi, dove dolci, cioccolata e vin brulè riscalderanno gli animi dei partecipanti, in attesa dell’arrivo di Babbo Natale.

L’indomani dalle 9:30 alle 17:30 protagonisti saranno i mercatini natalizi presso il Palasport. Alle 12:30 il programma segnala “Pranzo per i meno giovani” alla trattoria “Il girasole”, sempre qui alle 16 ci sarà la merenda a cui i bambini potranno arrivare dopo essersi divertiti col “truccabimbi” (ore14:30). Alle 21 nel tempio valdese chiuderà in musica i festeggiamenti l’Ensemble Frau Musika col suo concerto natalizio destinato a raccogliere offerte per l’associazione “Le ali spiegate”.

A Dubbione nel giorno dell’Immacolata è stato inaugurato il tradizionale “Presepio meccanico” (nell’ex oratorio maschile in Via Serre). Il pubblico potrà ammirarlo dalle 15 alle 18, ogni fine settimana e nei giorni festivi, fino all’Epifania.

Solo il 25 dicembre l’orario cambierà (16-19) per inserirsi nel palinsesto di “C’era una volta il Natale”, la classica manifestazione che, tra le 17 e le 19, inonderà il centro di Dubbione (da Via San Bernardino alla Fontana dell’Orsa). Giunta all’undicesima edizione, quest’iniziativa (nata nel 1995 da un’idea del gruppo “Costruire cantando”) ha saputo mantenersi giovane, sempre avvalendosi della collaborazione delle diverse associazioni locali. Immersi nelle soffuse luci delle torce, i viandanti potranno assistere a numerose esibizioni musicali e artistiche – affiancate da scenari antichi (calzolaio, maniscalco, scuola e osteria) – e in più punti del percorso troveranno ristoro (gofri, vin brulè, caldarroste, cioccolata calda per tacer degli altri).

Fenestrelle da Santo Stefano al 6 gennaio ritorna per il settimo anno “Segui la Cometa”. Innumerevoli presepi tradizionali e moderni, svariati per fogge e materiali saranno esposti in punti caratteristici delle borgate di Granges, Mentoulles e Ville Cloze a disposizione dei visitatori che così potranno ammirare non solo i presepi, ma anche i paesi.