Per quanto uno possa essere distratto è difficile che non si sia accorto dei cambiamenti avvenuti nelle cerimonie eucaristiche per via del Covid. Diminuiti i posti nelle chiese, eliminato lo scambio della pace, per non parlare – ma è un’altra storia – le variazioni nei testi del Gloria e del Padre Nostro.

Tra le cose, in teoria, rimaste come prima c’è il canto. Peccato che siano scomparsi i libretti, pericoloso vettore di contagio. E così stretti tra l’andare a memoria o il fare a meno dei canti, in alcune parrocchie hanno aguzzato l’ingegno.

A Dubbione, nella parrocchia San Rocco, già da qualche mese l’acquisto di uno schermo e di un proiettore – grazie al prezioso lavoro di Simona Collino, che si occupa di preparare le slides dei canti e di proiettarle tramite un computer portatile, oltre a intonare le melodie – ha permesso di ridare fiato alle voci dell’assemblea.

Lo schermo per i canti utilizzato a Dubbione (foto Dariusz Komierzynski)

Anche a Villar Perosa a soccorrere il canto liturgico è intervenuta la tecnologia. E la lettura dei testi può avvenire su smartphone e tablet, evitando la sanificazione dei libretti e il rischio di eventuali contagi e, allo stesso tempo, venendo incontro a chi per problemi di vista o di luminosità faticherebbe a leggere. Una soluzione ispirata da un’analoga esperienza lombarda: «Su Avvenire – spiega il diacono Enrico Berardo – avevo letto in un articolo di una parrocchia nella diocesi di Crema, dove tutti i canti liturgici erano stati messi a disposizione in pdf. Parlandone in parrocchia, ci siamo detti perché non farlo anche noi?» Come sempre per superare le difficoltà presenti tra il dire e il fare, la Provvidenza ricorre a chi possiede la giusta competenza. Nel caso di Villar, provvidenziale è stato «Lucio Crusca, un collaborativo parrocchiano, che di mestiere fa il programmatore digitale il quale si è occupato degli aspetti tecnici del progetto».

Uno dei canti domenicali programmati a Villar Perosa

Per evitare lungaggini burocratiche, si è scelto di sfruttare il dominio di un sito internet parrocchiale già attivo, quello del Dopo Scuola -, ma per ovvie ragioni di Covid al momento inutilizzato. Sul sito, oltre a poter trovare tutti i testi del libretto dei canti della parrocchia, ogni settimana vengono caricati i canti in programma nelle varie messe festive in programma tanto a Sant’Aniceto quanto a San Pietro in Vincoli (per non farsi mancare il lavoro, la scaletta cambia quasi a ogni funzione!) a cui un QR Code permette facilmente di accedere. Inoltre agli iscritti al gruppo WhatsApp della parrocchia vengono inviati dei messaggi con i link delle scalette che vengono pubblicati anche sul gruppo Facebook “Parrocchia S. Pietro in Vincoli Villar Perosa (TO)”. E per chi proprio non si ricordasse di caricare in anticipo i canti sul proprio dispositivo, sono presenti altri codici QR sui banchi delle chiese; insomma a Villar Perosa non ci sono davvero scuse per non cantare!