Il territorio di Fenestrelle, insieme alla sua storia, è un patrimonio da valorizzare. Da otto anni, nel periodo natalizio, è nata “Segui la cometa”, un’iniziativa che fa scoprire le bellezze del paese con la scusa di cercare i presepi artigianali disseminati lungo i sentieri tra Mentoulles, Ville Cloze e Granges.

Questa manifestazione -che copre il periodo tra Santo Stefano e l’Epifania – ospita per le borgate coinvolte oltre cento presepi realizzati in forme e tecniche disparate e collocati in vari angoli dei paesi. Seguendo le indicazioni di alcune mappe, i visitatori potranno divertirsi a rintracciare tutte le raffigurazioni della Natività e allo stesso tempo apprezzare gli scorci suggestivi dei borghi. Oltre ai presepi in esterno, accessibili in qualunque momento, l’edizione 2019-2020 sarà arricchita da alcune mostre di presepi, custodite all’interno di alcuni edifici (che saranno aperti alle visite ogni giorno dalle 14:30 alle 17:30).

Mentoulles vedrà la presenza de “I presepi del Bosco”, ambientati nella vegetazione della “Coumba”, che potranno essere visitati con una guida nell’orario di apertura delle mostre. Anche la sede dell’Ente Parco Alpi Cozie accoglierà una miriade di presepi artistici, creativi e di carta, mentre la chiesa di San Giusto farà la sua parte, mostrando nell’orario delle messe (o eventualmente su richiesta) le natività de “La luna e il presepe”. Uno dei punti di forza di “Segui la cometa” sarà “Se fosse nato a Mentoulles 100 anni fa”, che in una vecchia abitazione – oltre ad esibire “Famiglia in cammino”, presepio tradizionalmente allestito nel Priorato – ricreerà nella cucina l’atmosfera del passato, ospitando al contempo un pregevole presepe ligneo di grandi dimensioni scolpito da un artista locale coi personaggi vestiti alla moda di un tempo.

La facciata della parrocchiale di San Giusto a Mentoulles

A Granges, invece, sarà protagonista “Quando la natura fa il Presepe”, l’esposizione in una grangia montana dei numerosi presepi artigianali realizzati dalla mansìa (la capoborgata), partendo da radici, ciocchi e pezzi di legno bruciati che ha recuperato nei boschi per portarli a nuova vita. Parte dal forno di Granges e sale ai vicini prati invece “Ël vióe dâ Beaét” (In cammino verso la Natività), un sentiero abbellito da sagome riportanti passi dei vangeli del Natale. Ville Cloze, per non esser da meno, raccoglie nella cappella di Sant’Antonio una serie di presepi di ambientazione montana.

Sono previste anche due visite guidate con partenza dall’Ente Parco di Mentoulles – la prima il 28 dicembre alla volta di Ville Cloze (partenza alle 16:30) per ammirare i presepi illuminati e con la possibilità di concludere con una merenda sinoira presso la Meizoun Blancho (info e prenotazioni al 339.599.36.16); la seconda il 4 gennaio (con partenza alle 14:30) diretta a Granges durante la quale gli abitanti del posto in costume tipico reciteranno delle scenette ispirate alla vita locale.

GUIDO ROSTAGNO