Lo scorso 28 maggio a Prarostino comunità religiose e spirituali del pinerolese hanno proposto una giornata di condivisione e silenzio nella la natura.

Sabato 28 maggio oltre cento persone si sono ritrovate in località “I Piani” di Prarostino richiamati dall’invito congiunto delle comunità religiose e spirituali del pinerolese per una giornata di condivisione e di silenzio a contatto con la natura.

 

La cura della Terra

Una camminata, come dal titolo della locandina, di consapevolezza, nei boschi di Prarostino, ascoltando testi e riflessioni proposti dalle varie fedi e tradizioni religiose, presenti sul territorio del Pinerolese. Il tema: “La nostra Madre Terra, la sua cura e la nostra responsabilità”.

 

In cammino nei boschi

Una passeggiata nei boschi incastonati sulle alture che fanno da spartiacque fra la bassa Val Pellice, la Valle di Angrogna e il vallone di San Germano, in ascolto dei suoni della natura; un momento di meditazione sul rapporto fra gli uomini, la natura e lo spirito divino che tutto permea.

 

Il divino nella natura

Tante culture, tanti approcci spirituali diversi, tante profonde verità accomunate dal sentire la presenza del Divino nella natura che ci circonda, dal rispetto per il creato, dal mettersi in ascolto del mistero della vita.

 

Culture diverse insieme

Elemento molto interessante ed apprezzato della giornata è stata la presenza di:

  • La Scuola Diffusa del Silenzio
  • Chiesa Cattolica pinerolese
  • Comunità Valdese di Pinerolo
  • Comunità Laudato Si’
  • Istituto Buddhista Soka Gakkai
  • comunità di base “Via città di Gap”
  • comunità di base “Viottoli”
  • il leader spirituale di tradizione Lakota-Sioux Oglala
  • la presenza Sufi di Bobbio Pellice

I presenti hanno intervallato il percorso donando profondi spunti di approfondimento che hanno impreziosito la giornata.

 

Semi di collaborazione e condivisione

Gli organizzatori hanno voluto ringraziare anche

  • Chiesa Ortodossa Romena di Pinerolo
  • Comunità Islamica
  • Esercito della salvezza di Torre Pellice

“che all’ultimo momento hanno dovuto annullare la propria presenza all’incontro, certi che i semi di collaborazione e condivisione sparsi negli ultimi anni non potranno fare altro che fiorire e dar vita a proficui legami nel prossimo futuro”.

 

Conclusione conviviale

La giornata si è conclusa con un momento conviviale presso un ristorante locale dando l’opportunità ai partecipanti di approfondire ulteriormente la conoscenza reciproca e lanciare nuovi spunti per ulteriori eventi ecumenici.