Si è chiuso questa ieri sera a Torre Pellice il Sinodo delle chiese metodiste e valdesi che ha riconfermato come moderatora della Tavola la diacona Alessandra Trotta.

“Abbiamo vissuto giornate intense e fruttuose nella bellezza dell’incontro comunitario, anche se in parte su piattaforma digitale – ha dichiarato Alessandra Trotta a margine dei lavori sinodali -. Il tema del clima ha percorso le giornate del Sinodo a livello anche spirituale. I culti sono stati centrati sul tema ambientale, sul quale siamo impegnati in vista della Conferenza per il clima delle Nazioni Unite, prevista a novembre (COP26)”.

Fra le decisioni più significative prese da questo Sinodo, oltre agli stanziamenti Otto per Mille per le crisi di Haiti e Afghanistan, quelle riguardanti la laicità della scuola, il lavoro dei giovani e delle donne come priorità politica.

Nell’ultima sessione dei lavori sinodali, è stato inoltre eletto il pastore Francesco Sciotto alla presidenza della Commissione sinodale per la diaconia (CSD/Diaconia valdese). Confermata Mirella Manocchio alla presidenza dell’Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI). Al consiglio della Facoltà valdese di teologia, Lothar Vogel (decano) ed Eric Noffke (vicedecano).

Il massimo organo decisionale di valdesi e metodisti si è tenuto in una formula mista (in presenza e online) dopo un anno di sospensione del Sinodo dovuto alla pandemia e ha visto la partecipazione di 180 deputate e deputati.