Nella mattinata del 17 settembre alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Pastrengo” Generale di Corpo d’Armata, Gaetano Maruccia, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nell’incarico di Comandante della Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta”.
L’alto comando è stato assunto dal Generale di Brigata Aldo Iacobelli, che è subentrato al Generale di Divisione Mariano Mossa, in Piemonte dal luglio 2016, destinato ad assumere a Milano il prestigioso incarico di Vice Comandante Interregionale Carabinieri “Pastrengo”.


Iacobelli, nato a Salerno nel 1963, ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena, completando gli studi militari presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Successivamente ha perfezionato la preparazione partecipando al XXIII Corso di Alta Formazione riservato a funzionari e ufficiali delle forze di Polizia italiane e frequentando corsi di aggiornamento e specializzazione nei settori scientifico-criminalistico, delle sostanze stupefacenti e psicotrope, della cooperazione tra le polizie europee, delle attività “sotto copertura” (undercover) e dell’antisabotaggio.
Laureato in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna, il Generale Iacobelli è autore di numerosi articoli e pubblicazioni su argomenti operativi e scientifici ed ha svolto prestigiose attività di docenza presso l’Università di Bari e l’Università Cattolica de Salta di Buenos Aires (Argentina), nonché presso la Scuola di Perfezionamento delle Forze di Polizia e l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative dell’Arma dei Carabinieri a Velletri.
L’Ufficiale Generale conosce bene la realtà del capoluogo piemontese avendo già, dal 1994 al 2000, prestato servizio in questa Città, quale Comandante del Nucleo Investigativo e del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Torino, conducendo numerose e delicate indagini, come quella che portò alla liberazione di Laura Spadafora, sequestrata da una banda di rapitori nel maggio del 2000.
Prima della nuova esperienza in Piemonte ha ricoperto per quattro anni l’incarico di Comandante del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche (Ra.C.I.S.), reparto d’elite dell’Arma, preposto a svolgere indagini tecnico-scientifiche di polizia giudiziaria di altissimo profilo, nonché Istituto di Scienze Forensi accreditato a livello internazionale e socio fondatore dell’ENFSI (European Network of Forensic Science Institutes – Rete Europea degli Istituti di Scienze Forensi). Iacobelli ha maturato vaste e significative esperienze di comando sia nell’ambito dell’Organizzazione Addestrativa, quale Comandante di Plotone presso la Legione Allievi Carabinieri di Roma – ove ha ricoperto anche il prestigioso incarico di Alfiere dell’Arma dei Carabinieri – sia in ambito Territoriale, operando dal 1986 al 1991 in Sardegna quale Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Oristano e successivamente della Compagnia di Olbia. Sempre in Sardegna è stato coordinatore delle Squadriglie Anticrimine, reparto di punta per la lotta ai sequestri di persona e per la ricerca di latitanti. Dopo aver comandato la Compagnia Carabinieri di Roma Parioli, da Ufficiale Superiore ha ricoperto l’incarico di Comandante del Reparto Operativo di Bari ed ha retto i Comandi Provinciali di Rimini, Cosenza e Bari. Nella sua ampia esperienza di servizio è stato inoltre Capo Ufficio Cerimoniale del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, svolgendo tale incarico contemporaneamente a quello di membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Ente Editoriale per l’Arma dei Carabinieri, in concomitanza con la celebrazione del Bicentenario di Fondazione dell’Istituzione e dello svolgimento dell’EXPO di Milano.

Alla cerimonia, presso la caserma “Bergia”, sede del Comando Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta”, hanno presenziato le principali cariche istituzionali, i Gonfaloni della Città di Torino e della Città Metropolitana di Torino, delle Regioni Piemonte e Valle d’Aosta, di una rappresentanza dell’Arma in congedo e dell’O.N.A.O.M.A.C. (Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri) e la Fanfara del 3° Battaglione Carabinieri “Lombardia” di Milano e contingenti della Scuola Allievi Carabinieri di Torino e dei reparti dell’Arma di stanza nelle regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

Lino Gandolfo