«Il Piemonte da lunedì 11 gennaio continuerà ad essere in zona gialla, almeno fino a sabato 16». A comunicarlo ieri (8 gennaio) è il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio dopo un colloquio col ministro della Salute, Roberto Speranza, in base ai dati dell’ultimo Report validato nel pomeriggio dal Ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità.

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio

«Pur avendo un Rt sotto l’1 che ci permette di restare in zona gialla – aggiunge Cirio – è, però, fondamentale per tutti noi non abbassare il livello di attenzione, perché i dati confermano una circolazione del virus alta in Italia, con valori che in tutte le regioni vanno verso l’arancione. Se oggi il Piemonte ha una situazione epidemiologica migliore di altre regioni è perché raccogliamo i frutti dei sacrifici fatti finora, che è fondamentale non vanificare».