Oggi, 27 dicembre, anche in Piemonte è in programma il Vaccine Day nella data scelta dall’Unione Europea per dare il via simbolicamente alla vaccinazione anticovid. 910 le dosi destinate al Piemotne per questa giornata, che consentiranno l’immunizzazione di altrettante persone, esclusivamente tra operatori del servizio sanitario regionale, ospiti e personale delle Rsa.
Sono programmate le vaccinazioni a Torino all’Ospedale Amedeo di Savoia alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Genesio Icardi, della sindaca di Torino Chiara Appendino, del Commissario generale dell’Unità di crisi Vincenzo Coccolo, del commissario dell’Area giuridico-amministrativa Antonio Rinaudo, del direttore dell’Asl Citta di Torino Carlo Picco, del presidente dell’Ordine dei medici di Torino Guido Giustetto e di Giovanni Di Perri, responsabile delle Malattie infettive dell’Ospedale Amedeo di Savoia, che sarà il primo vaccinato e Valeria Ghisetti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia, che sarà la seconda vaccinata.

Il professor Giovanni Di Perri riceve il primo vaccino antiCovid

In mattinata partiranno le vaccinazioni anche alla Città della Salute – Molinette (dove sarà presente il commissario Giovanni La Valle), all’Ospedale Mauriziano (dove sarà presente il direttore sanitario Maria Carmen Azzolina) e al San Giovanni Bosco (dove sarà presente il direttore sanitario Marilena Avanzato). Ad Alessandria all’Ospedale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo (presenti gli assessori regionali del territorio Vittoria Poggio e Marco Protopapa, con il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, la direttrice sanitaria dell’ospedale Daniela Kozel e il presidente dell’Ordine dei Medici di Alessandria Antonello Santoro); ad Asti alla Casa di Riposo “Città di Asti” (presenti il vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso e l’assessore regionale alla Protezione Civile Marco Gabusi, insieme al sindaco Maurizio Rasero, al commissario dell’Asl di Asti Giovanni Messori Ioli e al presidente dell’Ordine dei Medici di Asti Claudio Lucia); a Cuneo all’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo, presente l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Genesio Icardi, con il sindaco Federico Borgna, il direttore dell’ospedale Corrado Bedogni e il presidente dell’Ordine dei Medici di Cuneo Giuseppe Guerra, all’RSA La Residenza di Rodello (Apsp, Azienda pubblica di servizi alla persona) con il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, Monsignor Marco Brunetti, vescovo di Alba e delegato della Conferenza episcopale piemontese per la Pastorale della salute, e il direttore dell’Asl Cn2 Massimo Veglio; a Novara all’Ospedale Maggiore della Carità e all’RSA De Pagave (Apsp, Azienda pubblica di servizi alla persona) con la partecipazione dell’assessore alla Ricerca Covid della Regione Piemonte Matteo Marnati, del sindaco di Novara Alessandro Canelli, del coordinatore Covid dell’Assessorato regionale alla Sanità Gianfranco Zulian, del direttore sanitario dell’Ospedale Maggiore Mario Minola, della direttrice dell’Asl Arabella Fontana e del presidente dell’Ordine dei medici di Novara Federico d’Andrea.