«Coldiretti Torino è contraria al rilascio dell’autorizzazione per il coinceneritore nella ex Annovati/Trombini da parte della nuova proprietà, la multinazionale Kastamonu».  E lo ha dimostrato nella mattinata di venerdì 11 marzo scendendo in strada con oltre 50 trattori. Il corteo si è mosso da piazzale Comune di Piamonte fino al centro di Frossasco per poi unirsi al corteo a piedi fino all’ingresso dello stabilimento ex Annovati/Trombini, oggi di proprietà della Kastamonu. Alla manifestazione ha partecipato anche il Comitato Ambiente Agricoltura Pedemontana Pinerolese insieme a numerosi cittadini.

Dal palco sono intervenuti il presidente di Coldiretti Torino, Sergio Barone, il responsabile di zona Giancarlo Foco, il responsabile tecnico Coldiretti Gianluigi Surra, la neo presidente della sezione Coldiretti Frossasco-Cantalupa Giannella Tocco. Ma insieme ai rappresentati di Coldiretti Torino sono intervenuti anche i sindaci di Frossasco, Federico Comba, il sindaco di Pinerolo, Luca Salvai, il sindaco di Cumiana, Roberto Costelli, la vicesindaca di Piossasco, Federica Sanna. Presenti anche i sindaci di Piscina, Cristiano Favaro, di Buriasco, Carlo Manavella.