22 luglio 2014

L’idea è semplice ed efficace. Una luce si propaga. Parola dopo parola. Nota dopo nota. E il pubblico è coinvolto. I testi, letti da Ives Coassolo, sono di Patrizio Righero. Al violino Paola Bettella, dell’orchestra del Regio di Torino. La performance, che unisce arte e preghiera, si svolge sabato 26 luglio, alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di Miradolo.

Una proposta nuova nei contenuti e nella forma che scardina l’idea tradizionale di spettacolo invitando gli spettatori a diventare protagonisti ma senza forzature. Al tempo stesso “Lux Lucet” offre spunti di riflessione e “scintille” di spiritualità incarnate nell’oggi delle donne e degli uomini che si interrogano davanti ai grandi misteri della vita.

L’ingresso è libero.

lux