Chiuse le scuole, sono iniziati i lavori di attivazione del palo alzato dal Comune di Frossasco a ridosso della materna per la diffusione del segnale internet.

Fin da subito i genitori degli allievi si erano mobilitati per palesare i propri timori e chiedere spiegazioni. Si era attivato anche il comitato “Ambiente e Salute a Frossasco” con una lettera indirizzata al sindaco Federico Comba. Nei giorni scorsi, a distanza da un mese, il sindaco ha risposto anche in merito a tale questione.

«Relativamente al posizionamento palo sulle scuole per antenna telefonia/internet – ha scritto il sindaco – si ribadisce che il suo utilizzo è dedicato all’erogazione di servizi di connettività Internet come da “protocollo d’intesa” tra il Comune di Frossasco ed il Consorzio Top-IX per la realizzazione dell’ “Accordo tra Città Metropolitana di Torino, i Comuni di Frossasco, Perosa Argentina, Pinasca, Pinerolo, Roletto, il CSI Piemonte ed il Consorzio Top-IX per la diffusione della Banda ultra larga”», specificando che «le tipologie di apparecchiature che verranno installate fanno parte di un sottogruppo classificato a limitata potenza, esentate dalle procedure più ampie previste per i servizi di tecnologia cellulare».

Non è stata quindi presa in considerazione la richiesta avanzata dal comitato «di rivalutare la localizzazione attuale considerando prioritaria la salute dei bambini e i rischi anche solo potenziali che possono derivare dall’esposizione alle onde elettromagnetiche».