Cumiana ha nominato il comitato operativo che guiderà il percorso organizzativo del gemellaggio col paese francese di Saint-Jean-de-Bournay.

Hôtel de ville de Saint-Jean-de-Bournay

L’amministrazione comunale di Cumiana ha riunito giovedì 22 dicembre alle ore 21, nella sala consigliare a Cumiana, i membri del Comitato d’Onore del gemellaggio con Saint-Jean-de-Bournay dove è avvenuta la nomina del comitato operativo che gestirà le manifestazioni e il percorso organizzativo del gemellaggio.

 

Gli enti coinvolti

Tra i partecipanti

  • le associazioni,
  • i commercianti,
  • gli industriali
  • e gli Enti

nonché

  • Monica Canalis, Vice Segretaria PD Piemonte e Vice Presidente Commissione Attività Produttive Regione Piemonte.

 

Saint-Jean-de-Bournay

Saint-Jean-de-Bournay è un comune francese di 4.465 abitanti situato nel dipartimento dell’Isère della regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi. Ma cosa unisce le due cittadine? Ce lo spiegano il Sindaco di Cumiana, Roberto Costelli, insieme all’assessore al turismo, Alessandro Vaudagna, che quest’estate si è recato nel comune francese.

 

Due cavalli rampanti e liberi

I due paesi sono accomunati dagli stemmi dove l’immagine centrale raffigura, per entrambi, un cavallo indomito senza briglie, rampante, in colore grigio poggiante con le zampe posteriori mentre in alto si rappresenta una corona che possiede l’aspetto della cima di una torre medievale.

I cognomi cumianesi a Saint-Jean

Altra condivisione con Saint-Jean-de-Bournay è data dal numero importante di cognomi di radice italiana. Due in particolare sono originari di Cumiana:

  • Carello
  • e Maletto

E proprio Véronique Maletto è venuta a fare visita al comune di Cumiana e si è resa parte attiva di questo gemellaggio.

 

Il gemellaggio

Il town twinning rappresenta la stipulazione ufficiale di un’unione fra due o più comunità allo scopo di cooperare e collaborare in diversi settori – quali il politico, l’economico, il commerciale, il sociale, l’educativo, il culturale, etc. – e di stabilire rapporti duraturi nel tempo. La creazione di una rete di legami diffusa e capillare, non limitata all’area europea, stabilisce rapporti solidali anche con paesi esterni all’Unione. Non è sicuramente casuale che le nazioni maggiormente attive nel campo del gemellaggio sono la Francia, la Germania, l’Italia e la Polonia.

 

Paolo Poggio presidente del comitato operativo

Come si suol dire “il dado è tratto” e tutti sono stati concordi nel designare come presidente del comitato operativo Paolo Poggio, guida escursionistica ambientale, politicamente attivo come già sindaco di Cumiana e ora consigliere di minoranza. Poggio è da sempre impegnato nei rapporti con le gemellate San Guillermo in Argentina ed Erlangen in Germania.

 

La soddisfazione del sindaco

Conclude il sindaco Costelli: «Diamo importanza al coinvolgimento con i cittadini per promuovere il dialogo interculturale, lo scambio di esperienze, conoscenze e valori, il confronto costruttivo di opinioni e l’arricchimento reciproco».

GRAZIELLA LUTTATI