La maggioranza del consiglio comunale di Piossasco (astenuto il centrodestra) ha deliberato il 29 settembre contro il progetto di inceneritore Kastamonu.

Il gruppo consiliare Vivere Frossasco – minoranza consiliare in comune – fa sapere sulla sua pagina Facebook che durante il consiglio comunale del 29 settembre, “il Comune di Piossasco si è espresso formalmente contro il progetto di inceneritore della multinazionale turca Kastamonu a Frossasco”.

 

La destra si astiene sulla delibera

La proposta ha ricevuto i voti favorevoli di

  • PD
  • Sinistra in comune
  • Insieme è possibile
  • Piossasco in Comune
  • Piossasco in Movimento (lista civica di minoranza)

Si sono invece astenuti i consiglieri di destra e centrodestra, per i quali bisognerebbe demandare agli enti competenti la decisione (“non si può dire no a tutto”) e ai quali qualcuno durante il consiglio ha replicato «Diciamo tanto “prima gli italiani”, poi agevoliamo l’inquinamento turco».

 

Progetto possibile solo derogando al Piano Regolatore

Il progetto Kastamonu – ribadisce Vivere Frossasco – “non rispetta il piano regolatore di Frossasco e può realizzarsi esclusivamente se la politica – Comune di Frossasco o Regione – deciderà di cambiare il PRGC o concedere deroghe”.

 

Sei comuni contrari

La delibera del Comune di Piossasco si aggiunge a quelle di

  • Pinerolo
  • Cumiana
  • Cantalupa
  • Buriasco
  • Piscina