31 marzo 2016

Si svolgerà sabato 2 aprile, alle ore 10:30 presso il cinema Massimo di Torino, la presentazione ufficiale del documentario “Quando l’occhio non fa la sua parte”, regia di Luca Bronzi, realizzazione e distribuzione a cura dell’Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti (A.P.R.I.-onlus).
La pellicola si propone di illustrare, con un linguaggio naturale ed accessibile a tutti, il diffuso ma quasi sconosciuto fenomeno dell’ipovisione. Non esiste infatti un modo unico di vedere poco e male: alterazioni del campo visivo, scotomi, diplopia, emeralopia, fotofobia, visione annebbiata, discromatopsia, nistagmo, sono disturbi molto diversi l’uno dall’altro e producono effetti altrettanto diversi nella vita quotidiana.

«Per questo motivo – afferma il presidente APRI-onlus Marco Bongi – noi preferiamo parlare di “ipovisioni” piuttosto che esprimerci al singolare. La scarsa conoscenza di questo pianeta inesplorato è quindi alla base di molti equivoci sociali come i sospetti di voler simulare la cecità che spesso si scatenano a carico di alcuni ipovedenti gravi».

Il lavoro si è sviluppato in stretta sinergia fra medici e pazienti. Anche questa caratteristica, comunque difficile da ritrovarsi nella vita reale, rende il documentario innovativo e quasi unico nel suo genere.

Alla prima proiezione saranno presenti alcuni fra i protagonisti del lavoro, a partire dagli oculisti Luigi Fusi e Mario Vanzetti, membri del Comitato Scientifico di APRI-onlus. Seguirà un dibattito aperto a tutta la cittadinanza.
Hanno altresì annunciato la loro presenza il sindaco di Torino Piero Fassino e la vice-sindaco Elide Tisi.