Edoardo Bennato ha ripreso il suo “Peter Pan Rock’n’roll Tour” che lo scorso 7 febbraio lo ha portato in un Teatro Colosseo di Torino tutto esaurito.

Dopo lo stop forzato nel 2020 causa pandemia, Edoardo Bennato ha ripreso il suo “Peter Pan Rock’n’roll Tour” per portarlo nei maggiori teatri italiani.
Proprio nel 2020 si festeggiavano i quarant’anni del capolavoro “Sono solo canzonette”, l’album che consacrò il successo dell’artista partenopeo portandolo (primo in Italia) a riempire gli stadi con i suoi concerti.
La data in programma lunedì 7 febbraio al Teatro Colosseo di Torino è stata un successo, un tutto esaurito che non solo consolida il cantautore napoletano come uno degli artisti più amati di sempre ma anche una sorta di inizio al sospirato ritorno verso la normalità della musica live.
L’evento organizzato da Dimensione Eventi ha portato sul palco un Bennato strepitoso, carico di grinta e energia che solo un rocker settantacinquenne come lui può trasmettere.
Nella sua fortunata attività, iniziata nel lontano 1966, ha pubblicato ben quarantatré album dei quali venti in studio.

In questo tour, come si è potuto ascoltare durante il concerto al Teatro Colosseo, sono inseriti in scaletta i brani più famosi tra i quali:

  • “L’isola che non c’è”,
  • “Il gatto e la volpe”,
  • “Sono solo canzonette,
  • “La torre di Babele”,
  • “Ogni favola è un gioco”,

oltre a quelli tratti dal suo ultimo lavoro discografico “Non c’è” pubblicato nel novembre del 2020.

 

L’accogliente e rinnovato teatro torinese ha accolto un concerto iniziato alla grande grazie a uno stupendo omaggio a Vivaldi con “Le quattro stagioni”, qui Bennato è stato accompagnato dal bravissimo Quartetto d’Archi Flegreo i quali hanno poi lasciato il palco alla sua inseparabile band formata da:

  • Raffaele Lopez (tastiere),
  • Roberto Perrone (batteria e percussioni),
  • Arduino Lopez (basso),
  • Giuseppe Scarpato (chitarra),

per un totale di ben trentaquattro brani eseguiti durante tre ore di spettacolo continuo.

Valter Ribet