È partito da Torino un furgone colmo di aiuti alimentari e sanitari, raccolti dall’associazione di volontariato Fahrenheit 451, per le popolazioni colpite dal terremoto in Croazia. «Non è stato facile: i paesi più piccoli sono davvero abbandonati a loro stessi – hanno dichiarato i volontari -, i grossi centri hanno già un supporto, ma i comuni più piccoli sono abbandonati. Siamo riusciti a raggiungere vari centri: gran parte delle case sono distrutte e la gente vive nelle roulotte senza nulla».

«Pasta e cibo a lunga conservazione, ma anche materiale sanitario generico (guanti in lattice, mascherine, eccetera) sono stati donati ad associazioni locali e alla Croce Rossa per i grandi centri – ha concluso l’associazione – mentre la parte più sostanziosa l’abbiamo portata casa per casa nei comuni più piccoli, con l’aiuto di una giornalista locale che ha guidato la spedizione».