Boosta nell’insolita veste di one-man-show il 5 maggio alla Palazzina di Caccia di Stupinigi con il suo “The Post Piano Session”, un evento di Eurovision OFF.

 

 

Solitamente siamo abituati a vedere Davide Dileo sul palco attorniato dalle sue numerose tastiere e in compagnia dei Subsonica, gruppo del quale è co-fondatore.

Una veste piuttosto insolita per il compositore e pianista torinese, che giovedì 5 maggio è tornato in solitaria con il pianoforte e gli immancabili sintetizzatori nel suo “The Post Piano Session” all’interno del bellissimo Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Eurovision OFF

L’evento fa parte della cornice di Eurovision OFF, la rassegna laterale collegata all’Eurovision Festival 2022 che dal 10 al 14 maggio si svolgerà presso il Pala Alpitorur di Torino (questa è stata la serata inaugurale) ed è stato promosso dalla Fondazione Ordine Mauriziano (ente proprietario della Palazzina di Caccia di Stupinigi) in collaborazione con Reverse Agency, Teatro Superga, Sistema Cultura e Città di Nichelino.

Si è assistito ad un concerto decisamente particolare ed emozionante, non solo per il contesto della favolosa location nel quale si è svolto ma anche per l’atmosfera intima e personale che ha coinvolto i presenti.

Talento eclettico

Davide Dileo è un grande talento, un artista poliedrico che non è solo musicista e compositore ma anche autore, produttore, scrittore e conduttore radio televisivo, ascoltarlo mentre suona lo strumento che forse più gli si addice è semplicemente stupendo. Come stupendo è l’album (sempre da solista) uscito a fine ottobre 2020, dal titolo “Facile”, contenente dodici composizioni inedite.

Prestigiose collaborazioni

L’artista torinese vanta un ampio e invidiabile universo musicale, oltre a importanti collaborazioni con famosi artisti italiani e stranieri, tra i quali emergono Vasco Rossi, Morgan, Litfiba, Enrico Ruggeri, Depeche Mode, Placebo.

The Post Piano Session

Questo tour di “The Post Piano Session” propone i suoi migliori pezzi oltre a quelli presenti nell’ultimo lavoro discografico, è certamente un bel progetto e la serata nel magico e grande salone della Palazzina di Stupinigi rimarrà sicuramente indimenticabile.

Valter Ribet