Una voce melodica e potente ha emozionato il numeroso pubblico accorso nella quinta serata del Gru Village 105 Music Festival, domenica 23 giugno il cantante britannico Tony Hadley si è esibito con la sua band per presentare il nuovo album dal titolo “Talking to the moon” uscito il 17 maggio scorso.

Con lui sul palco John Keeble (batteria), Richard Barrett (chitarra), Phil Williams (basso), Phil Taylor, Andrea Grant (tastiere), Simon Willescroft, Dave Williamson, Graeme Flowers, Dan Carpenter (ottoni), oltre alla fantastica sorpresa di Oskar (leader dei torinesi Statuto) che ha aperto il suo concerto con quasi un’ora di buona musica.

L’ex frontman degli Spandau Ballet non ha deluso le aspettative, i posti a sedere sono stati ben presto abbandonati per avvicinarsi al palco perché il coinvolgimento e la carica che trasmette con la sua musica non permettono di stare immobili e solo ascoltare.

Con gli Spandau Ballet e da solista ha pubblicato numerosi album e singoli di straordinario successo, il suo genere pop, soul, swing piace e al Gru Village ha proposto i brani che lo hanno reso famoso oltre ad altri dei suoi artisti preferiti tra i quali ci sono i Queen. I fan, ma non solo, ricorderanno “Thrue, GoldThrough the barricadesLifelineI’ll fly for youOnly when you leave”, pezzi indimenticabili che si possono riascoltare grazie a questo tour che la star inglese ha voluto proporre per un fantastico viaggio nel tempo.

Negli anni ’80 gli Spandau Ballet sovrastavano le classifiche mondiali degli album più ascoltati e venduti, oggi il loro carismatico ex frontman sta cogliendo ovunque un grande successo perché la voglia di musica e di far divertire il pubblico che ha innanzi non le è mai passata.

Grazie alle fantastiche line up di Gru Village molti sogni si concretizzano, il concerto di Tony Hadley è stato senza alcun dubbio uno di questi.

Valter Ribet